2 Commenti


  1. nel dicembre 2008 ho avuto il mio primo sinistro in 20 anni di patente.Un auto è sbucata da un vicolo alla mia sinistra, senza fermarsi, e mi ha tagliato la strada, nel tentativo di scavalcarmi (entrambi dovevamo immatterci nella stessa strada.
    Riportiamo un paio di graffi a testa, io sul paraurti, lei sullo sportello, date le ridottissime velocità.
    Il contraente, una signora, sorella di un perito assicurativo, in affari immobiliari con il titolare dell’agenzia nella quale entrambi eravamo assicurati, nonchè amica della capufficio della stessa.
    come inizio non c’è male…
    Alla compilazione del CAI, la signora, dopo che io avevo indelebilmente barrato la mia azione (una non infrazione) sul modulo, su consiglio telefonico del fratello, si rifiuta di barrare le caselle attestanti le sue responsabilità.
    Non firmo il modulo.
    La signora presenta un preventivo per la sostituzione dello sportello con riverniciatura dell’intera fiancata (1240 euro).
    L’agenzia accetta sia il CAI che il preventivo, e il centro liquidazioni risarcisce il danno ed io vengo declassato.
    E’ ovvio che la macchina non ha i danni dichiarati e la signora s’intasca la somma senza riparare l’auto.
    Richiedo gli atti del sinistro, che mi vengono sistematicamente negati fino al 08/06 dell’anno corrente.
    Non c’è firma sulla perizia non c’è quietanza, tantomeno fattura.
    Può, un assicurazione, fare questo?
    Esistono parametri di riferimento per la quantificazione dei danni, o il tutto è a discrezione dei periti?

  2. Salve Pietro, ci spiace che tu sia dovuto andare incontro a tante diatribe…. dalle cose che racconti sull’intera vicenda sembra anche a noi che siano state commesse tante irregolarità, e che tu possa essere stato vittima di una frode. Se puoi dimostrare tutto ti suggeriamo di rivolgerti all’ISVAP http://www.isvap.it, all’istituto di vigilanza sulle assicurazioni potranno orientarti sul da fare in questo caso.

    Sulla parte dei parametri di riferimento, purtroppo bisogna fare riferimento ai perito – non che la cosa sia a loro discrezione, hanno dei parametri di riferimento che includono modello ed età del veicolo, valore commerciale del veicolo usato, costo nuovo dei pezzi di ricambio come da listini aggiornati ed altro.

    Ti auguriamo buona fortuna per la risoluzione del tuo caso con l’ISVAP.

preventivo assicurazione auto preventivo assicurazioni moto preventivo assicurazione altri veicoli