EQSharing: la rivoluzione verde su quattro ruote


EQSHARING_460

Può la digitalizzazione rendere le città più sicure, più verdi, più a misura d’uomo? A quanto pare sì.
EQSharing, l’iniziativa recentemente attuata nel Comune di Milano ne è un esempio concreto. Il progetto Isole Digitali nasce grazie a una collaborazione tra l’amministrazione cittadina e diverse aziende. Al momento sono attive 15 Isole Digitali in varie parti della città (qualche esempio: Università Bocconi, Porta Vittoria, Amendola Fiera) che consistono in vere e proprio aree che consentono l’accesso alla rete via wi-fi. Le aree sono inoltre dotate di panchine in legno, che dispongono di colonnine ad accesso gratuito per la ricarica di tutti i dispositivi elettronici.
Il punto forte di questa iniziativa riguarda la mobilità intelligente e sostenibile. Ogni isola digitale ospita una stazione per quadricicli elettrici Free Duck in condivisione, e a partire dal 21 ottobre sono già disponibili 60 mezzi. I cittadini milanesi potranno usufruirne con modalità paragonabili a quelle del bike sharing, ovvero attraverso una tessera annuale, mensile o settimanale acquistabile su internet.
Pierfrancesco Maran, assessore alla mobilità e all’ambiente si è dimostrato molto soddisfatto dall’iniziativa. “A Milano è in atto una rivoluzione dello sharing: in questo momento sono oltre 70mila le persone abbonate a sistemi di car e bike sharing in città”.
Inoltre, per chi possiede un veicolo elettrico, le isole digitali rappresentano anche nuove e ulteriori stazioni di ricarica dove poter sostare e fare il pieno di energia pulita. La tecnologia per la mobilità elettrica è stata messa a disposizione da A2A, la più grande multi utility italiana. In ogni Isola Digitale i cittadini e i turisti avranno a disposizione tra le 6 e le 8 postazioni per la ricarica dei quadricicli in sharing e da 2 a 4 postazione per la ricarica dei mezzi elettrici privati. Con il progetto Isole Digitali saranno oltre 300, tra pubblici e privati, i punti di ricarica per i veicoli elettrici realizzati a Milano, e forniranno certamente un valido contributo per ridurre le emissioni di CO2 e arrivare finalmente a un tipo di trasporto e mobilità più sostenibile per tutti, sia dal punto di vista economico che da quello della salute.
I quadricicli elettrici Free Duck, disponibili nelle Isole Digitali, sono pensati proprio per l’uso urbano e vengono prodotti da Ducati Energia (azienda che nasce nel 1985 da una fusione tra Ducati Elettrotecnica e Zanussi Elettromeccanica). I punti forti di questi veicoli consistono nella facilità di guida e nelle ridotte dimensioni, caratteristiche che si prestano perfettamente alle strade del centro di Milano.
Insomma, pare che la rivoluzione della mobilità sia arrivata a Milano, e si combatta attraverso l’arma dello “sharing”, ovvero della condivisione. Ci vorrà qualche mese prima di comprendere realmente l’eventuale successo o insuccesso dell’iniziativa, noi però siamo fiduciosi, dal momento che una città più sostenibile e più pulita è il desiderio di tutti i milanesi.

 photocredit: La Repubblica

Condividi!


I Commenti sono chiusi.

preventivo assicurazione auto preventivo assicurazioni moto preventivo assicurazione altri veicoli