Capodanno, da un capo all’altro del mondo


Capodanno-usanze_460

 

Da un capo all’altro del mondo ci sono tanti modi e tante insolite tradizioni per festeggiarlo.

Facciamo un breve giro del mondo in 10 punti per conoscere alcune di queste usanze!

  1. Estonia: si mangia sette volte a Capodanno per assicurarsi l’abbondanza nel nuovo anno.
  2. Scozia: la persona che per prima varca la soglia di una casa nel nuovo anno deve portare un regalo.
  3. Irlanda: si colpiscono i muri col pane per scacciare gli spiriti maligni.
  4. Romania: gli agricoltori cercano di comunicare con le mucche; se ci riescono, tuttavia, vuol dire sfortuna per il nuovo anno.
  5. Danimarca: si sale sulle sedie per poi “saltare” giù nel nuovo anno.
  6. Bolivia: si preparano torte con un ‘ripieno’ di vere monete, chi le trova avrà fortuna per tutto il nuovo anno.
  7. Svizzera: si celebra il nuovo anno facendo cadere il gelato sul pavimento di casa.
  8. Giappone: si suonano le campane dei templi 108 volte secondo la convinzione buddhista che questo rito porti “purificazione”; inoltre è considerato di buon auspicio sorridere al nuovo anno per ottenere fortuna.
  9.  Sud America: si usa indossare biancheria intima colorata, associando a ogni colore un “dono”: il rosso porterà l’amore, il giallo la salute, il bianco la pace.
  10.  Spagna: secondo una credenza popolare, se si riesce a tenere in bocca 12 chicchi d’uva allora si avrà fortuna per il nuovo anno.

E in Italia? Il Capodanno per la tradizione italiana a tavola è per molti sinonimo di cotechino e lenticchie, ma non solo!

Vediamo se vi riconoscete in alcune di queste usanze beneauguranti…

1. Mangiare le lenticchie: il nome “lenticchia” deriva proprio dalla particolare forma a lente di questi legumi, che ricorda quella di una moneta. Questa tradizione trae origine dall’antica usanza romana di regalare una “scarsella”, cioè una borsa di cuoio che andava legata alla cintura, contenente lenticchie, con l’augurio che si trasformassero in tante monete sonanti.

201112250033302. Fuochi d’artificio e botti: anche se il loro obiettivo moderno è soprattutto quello di creare effetti scenografici durante le feste, l’utilizzo dei botti e dei fuochi d’artificio deriva dalla credenza che rumori forti e improvvisi possano spaventare gli spiriti maligni nel passaggio dal vecchio al nuovo anno.

3. Biancheria rossa: non solo in Sud America, ma anche in Italia la biancheria colorata porta fortuna per il nuovo anno, ma soltanto se di colore rosso fiammante. A quanto pare questa tradizione nasce nella lontana Cina: nel simbolismo orientale infatti, il rosso è il colore della buona sorte, tanto che viene ‘indossato’ anche dalle spose durante la cerimonia di matrimonio.

4. Intingere il dito nello spumante e portarselo dietro al proprio orecchio e dietro all’ della persona a cui vogliamo augurare Buon Anno!

capodanno-ii

Qualunque sia la vostra tradizione di Capodanno, vi auguriamo un fortunato e ‘sicuro’ 2015!


Condividi!

30 dicembre 2014  |  Curiosità

I Commenti sono chiusi.

preventivo assicurazione auto preventivo assicurazioni moto preventivo assicurazione altri veicoli